Il sacco del denaro pubblico e lo scenario della post-politica

by gabriella

Proposta di lavoro per la codocenza filosofia-storia del 10 ottobre 2012.

Il problema

Lo scandalo Penati
Lo scandalo Lusi
Lo scandalo Fiorito

Scenari possibili

Qualche giorno fa, l’assessore alla mobilità della regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, ha provato a spiegare a un’opinione pubblica inferocita che dimezzando compensi ed aggravando le responsabilità, si seleziona proprio ciò che si vuole eliminare: una classe politica dedita al furto. Subissato di tweet ed epiteti ingiuriosi in rete, ha provato ad uscirne dichiarando di aver voluto lanciare una provocazione. In realtà, la questione é rilevante e c’è dunque da provare a pensarla.

Pensare (platonicamente) le cause, le conseguenze e, perché no, anche la campagna di stampa

C’é da chiedersi, infatti se, oltre alle ovvie ragioni legate alla remuneratività degli scandali, la stampa (cioè testate giornalistiche che hanno proprietari ben noti) non abbia ragioni più importanti per alimentare la rabbia popolare, come sta facendo con un certo entusiasmo almeno dalla pubblicazione del best seller di Stella e Rizzo – giornalisti del Corriere della Sera – La casta.

L’ipotesi di Pasquale Cicalese


No Comments to “Il sacco del denaro pubblico e lo scenario della post-politica”

Leave a Reply


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: