Gramsci, Istruitevi, agitatevi, organizzatevi

by gabriella

Prima di morire in un carcere fascista, Gramsci ha fatto in tempo ad entrare nei libri di filosofia e a diventare il riferimento imprescindibile dei cultural studies britannici.

Aveva un’idea forte della scuola, era convinto che per quella strada passasse obbligatoriamente ogni progetto esistenziale di riscatto e autopromozione. Basta osservare il rapporto tra declino scolastico (ultimi vent’anni) e crescita dell’esclusione – due fenomeni non necessariamente dipendenti l’uno dall’altro, ma infallibilmente insieme – per accorgersi che aveva ragione.

Cover story di Left n. 15/2018

ISTRUITEVI AGITATEVI ORGANIZZATEVI In edicola dal 13 aprileA scuola da Gramsci – L'editoriale di Simona Maggiorelli > https://bit.ly/2EHeAVFScuola, democrazia a rischio – Inchiesta di Carmine Gazzanni > https://bit.ly/2HwDjirSommario > https://bit.ly/2ILWd46

Publiée par Left sur Vendredi 13 avril 2018

Print Friendly, PDF & Email

One Comment to “Gramsci, Istruitevi, agitatevi, organizzatevi”

Leave a Reply to icittadiniprimaditutto


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: