Kobane Calling

by gabriella
Kobane-liberata

La bandiera kurda issata sulla collina di Kobane

Oggi una fonte siriana indipendente – l’Osservatorio siriano per i diritti umani con sede a Londra – ha comunicato la liberazione di Kobane dopo quattro mesi di assedio dell’ISIS. Le brigate partigiane dell’YPG e YPJ lanciano ora un appello per la ricostruzione della città simbolo dell’autonomia kurda.

Buffo, poetico, avvincente, scanzonato eppure doloroso, il reportage-fumetto dell’assedio di Kobane di Zerocalcare, pubblicato da Internazionale del 16 gennaio.

***

k1

k2

 

k3k4

k5

k6k7k8k9k10k11k12k13k14k15k16k17k18k19k20k21k22

k23k24k25k26k27k28k29k30k31k32

k33k34

k35k36k37

k38k39k40k41k42

 


5 Comments to “Kobane Calling”

  1. I curdi mi riportano con il pensiero al carissimo Dino Frisullo,
    Alla fine degli anni 80 e primi 90 ho frequentato la casa della madre Grazia Sbarra , sarà perché parla di Kobane la città martire che dovrebbe essere un faro per l’umanità, sarà perché il libro parla di “una tensione a migliorare, che poi ognuno dovrebbe declinare dentro se stesso”.
    “KOBANE CALLING” è un fumetto bellissimo.

    • Ricordo anch’io con rimpianto Dino Frisullo, credo sarebbe felice di vedere come è cresciuta oggi la solidarietà che lui praticò quasi da solo.

      • Dino Frisullo un “testimone” delle infinite possibilità della politica, delle possibilità che la politica ha di combattere per la giustizia.
        Se un giorno i Kurdi saranno nazione Dino ha posto le fondamenta facendo conoscere alla comunità internazionale questo popolo.

  2. Lo penso anch’io, l’ho riletto più volte e ogni volta mi è sembrato più bello.

  3. Beh, bravo Calcare!
    Bravo sia per il reportage in sé, che non deve essere proprio una banalità, sia perché ci mostra come anche mezzi di comunicazione e linguaggi “banali” possono trasmettere grandi contenuti. Non è da poco, specie in giorni come questi.

Leave a Reply


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: