André Gorz, L’invenzione del lavoro

by gabriella

André-GorzIn queste splendide pagine, tratte da Metamorfosi del lavoro [Métamorphoses du travail. Quête du sens Critique de la raison économique, 1988, trad. it. Bollati, 1992, pp. 21-32] Gorz illustra la grande trasformazione dell’industrialismo con la quale «l’attività produttiva si separava dal suo senso, dalle sue motivazioni e dal suo oggetto per diventare il semplice mezzo per guadagnare un salario, cessa[ndo] di far parte della vita per diventare il mezzo per “guadagnarsi da vivere”». Osservazioni preziose su questo meccanismo di alienazione tanto quanto di soggettivazione, tanto più che, come osserva il filosofo, a partire dagli anni ’80 «stiamo uscendo dalla società del lavoro senza crearne nessun’altra».

 

IMG_0002IMG_0003IMG_0004IMG_0005IMG_0006IMG_0007IMG_0001

 

 


Leave a Reply


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: